CARNE O SILICONE?!!


Uaohhh..in Italia (Torino) il primo bordello con bambole in silicone, perfette riproduzioni di esseri umani, non le solite bambole gonfiabili ma parliamo di imitazioni vicine alla perfezione di donne e uomini il cui costo si aggira intorno ai 3000€.

L’industria sta puntando principalmente sulla versione femminile per un motivo molto semplice: se per una donna è facile trovare qualcuno disponibile a fare sesso (a meno che non sia un caso disperato) per un uomo la cosa non è così semplice (a meno che non sia Brad Pitt) e quindi la ricerca di una partner sessuale per un uomo è molto più onerosa sia in termini di tempo che di risorse e non offre la certezza del risultato. Un altro dei motivi che spinge il marketing a privilegiare le bambole al femminile è il maggior desiderio maschile quantitativamente superiore a quello femminile (non sempre è vero ma, qui si parla di statistiche).

L’idea è proporre la bambola come ripiego qualora la moglie non fosse disponibile. In teoria potrebbe essere un ipotesi sensata anche se non è affatto scontato che la donna accetti questo ausilio e potrebbe sentirsi in competizione oltre al fatto che la perfezione della bambola potrebbe farla sentire inadeguata.

Si può pensare alle bambole in silicone come un sex toys paragonandole ad un vibratore?!

Dal punto di vista funzionale è lo stesso ma il risultato ottenuto con le sex dolls è superiore. Mentre i vibratori o le attività di masturbazione vengono correttamente inquadrate dalla parte del nostro cervello che gestisce gli istinti, non è altrettanto vero per le bambole in silicone che invece sono in grado di ingannarlo.

Per il principio della “savana” teorizzato dagli psicologi evoluzionisti tutto ciò che non esisteva nel periodo in cui l’homo sapiens si è evoluto non viene riconosciuto dalla nostra componente istintiva. Nel caso della sex dolls si riceverebbe la stessa ricompensa di un rapporto con una persona in carne ed ossa.

Ci sarebbe una parentesi sulle bambole reborn (riproduzioni in silicone o vinile di neonati) che non ha a che fare con la sfera sessuale ma ci fa capire molto del cervello umano (riprenderemo l’argomento in un altro articolo). Come abbiamo detto quindi le bambole in silicone possono ingannare la nostra parte istintiva ma non certo la nostra parte razionale.

In ogni caso stiamo parlando di un prodotto che somiglia ad una persona ma che ancora ha dei limiti, sicuramente le prossime generazioni  di sex dolls avranno prestazioni migliori rispetto a quelle di un essere umano e saranno perfettamente in grado di ingannare i nostri sensi (OMG)

Attualmente sono i movimenti il vero tallone d’Achille, può sembrare assurdo ma l’intelligenza, le emozioni, i sentimenti rappresentano una sfida meno difficile rispetto ai movimenti complessi.

Considerando i notevoli investimenti è lecito immaginare che basteranno pochi decenni per sanare questo limite e anche le sex dolls potranno fare acrobazie erotiche che farebbero impallidire i migliori porno star.

Quesiti:

Le sex dolls daranno filo da torcere o addirittura sostituiranno la prostituzione??

Visto i bordelli a tema che si stanno aprendo in tutto il mondo è una domanda fondata.

Le bambole in silicone demotiveranno dal frequentare persone vere??

Se è vero che il rapporto sessuale è così appagante, perchè investire tempo e risorse con una persona in carne ed ossa?! Tra l’altro già oggi il sesso virtuale allontana dal sesso reale. In ogni caso per la procreazione (per ora) uomo e donna dovranno incontrarsi.

Cosa dire, Miss P è ancorata alle sensazioni della carne, ai profumi degli umori ed ai sapori degli istinti quindi augura a tutto questo un futuro non così prossimo!!

Previous GOING BACK
Next ..IN GIAPPONE..

Nessun Commento

Lascia una risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *